‘Donald D.T. Live’ al va ator pal Friûl. Sabide ai 2 il spetacul al è a Palaçûl

Saco e Pidins a continuin a lâ a torzeon, de Basse ae Cjargne e di ca e di là dal Tiliment. Dopo de scree, fate ai 2 di Dicembar, inte zornade finâl di Suns Europe li dal teatri “San Giorgio” di Udin, e dai apontaments seguitîfs di Culugne e Voleson, Donald D.T. Live. Psychedelic pop furlan, il spetacul multimediâl metût adun di Teatro della Sete e de associazion Lenghis dal Drâc cu la poie de ARLeF (Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane), al torne in sene.

La interpretazion dal innomenât romanç di Stiefin Morat, “Donald dal Tiliment”, par cure di TSU Teatro Sosta Urbana, cu la musiche di The High Jackers e cui dissens dal vîf di Paolo Cossi, e vignarà presentade ator pal Friûl, vie pal mês di Fevrâr.

Il prin apontament al è par sabide ai 2 di Fevrâr a Palaçûl, li de Aule Magne di Vie Roma 20, cun jentrade libare.

Chei altris a saran ai 5 a Sant Vît dal Tiliment li dal teatri “Arrigoni”, ai 8 a Sedean li dal teatri “Clabassi” e ai 15 a Comelians li de sale “L’Alpina”

La formule multimediâl, za sperimentade doi agns indaûr di chê stesse formazion, e funzione ancje in chest câs. Il spetacul al è pardabon plasevul. Lu conferme ancje Stiefin Morat, che in ocasion di un incuintri public fat te Biblioteche di Felet ai 13 di Dicembar al à vût dit che «il spetacul al riprodûs in maniere fedêl il spirt dal romanç, la psicologjie strambe dai siei personaçs e l’ambient là che si movin, juste in graciis dal miscliç tra teatri, musiche e dissen».

Lis informazions e i detais in cont dal spetacul di sabide e di chês altris datis di Fevrâr si cjatin in rêt: www.facebook.com/TSUteatrosostaurbana/ e www.facebook.com/donaldaltilimentlive.

Advertisements

Mittelfest 2017, Cividât al è…par Aiar

Sabide ai 15 di Lui si à screade a Cividât la edizion di chest an di Mittelfest, il festival des arts nassût tal 1991 cun chê di promovi lis carateristichis ambientâls e culturâls specifichis dal Friûl e de regjon Friûl-VJ e di rinfuartî lis relazions jenfri chescj teritoris e chei de Europe centrâl e dai Balcans.

La manifestazion, daûr di une tradizion di passe vincjecinc agns, e met dongje ancje chest an une schirie di events, tra incuintris cui artiscj, performance, spetacui, concierts e vents di ogni sorte.

Il so program, che si disvilupe dilunc vie di dîs dîs, fintremai ai 25 di Lui, al è pardabon siôr.

Daûr des intenzions dai siei organizadôrs, la peraule clâf che e fâs di fîl ideâl di dute la manifestazion di chest an e je Aiar. Dopo dal festival dedicât ae Aghe tal 2015 e di chel dedicât ae Tiere tal 2016, il festival di chest an al è dedicât a chest element, che adun cun chei altris doi al rapresente un dai ponts critics dal vivi contemporani: risorse di vite, argoment di pinsîr e di azion e par chel ancje ispirazion creative.

Il program di Mittelfest si pues consultâlu culì, ancje – almancul par alc… – par furlan, par sloven e par todesc.

‘I turcs tal Friul’, il Pasolini furlan par television su Rai 5 usgnot e miercus ai 28

TURCS_11

Un event ecezionâl pal Friûl e pe culture furlane. Lunis ai 26 di Otubar, tor dîs e mieze di gnot, in viertidure de setemane di trasmissions televisivis dedicadis a Pier Paolo Pasolini, a cuarante agns de sô muart, Rai 5 e fasarà viodi la version complete par furlan, cui sottitui par talian, dal spetacul ‘I Turcs tal Friul’ di Pasolini, che al jere stât presentât ai 26 di Avost dal 1996 tal curtîl dal Agriturisim ‘Ai Colonos’ di Vilecjasse.
E jere stade une des ultimis replichis di un lavôr teatrâl che, mediant de regjie maraveose di Elio De Capitani, des musichis di Giovanna Marini e di une cuarantine di atôrs su la sene, al veve vût un sucès straordenari di critiche e di public, par merit de produzion che e veve cjapât dentri il Teatri dal Elfo di Milan cu la Bienâl di Vignesie e il Teatri Stabil di Triest.

Di chel spetacul, che no si dismentee e che al veve vût la sô sene naturâl intun curtîl contadin e su la tiere rude di glerie, sot de lûs naturâl di un amont e cuntun burlaç che al jere daûr a rivâ, e je restade testemoneance intun video editât da l’associazion culturâl Colonos, che al à dentri la regjistrazion video cu la regjie di Remigio Romano. Pe version televisive il document video al è stât restaurât, doprant tecnologjis modernis e cu la supervision di Elio De Capitani.

E je la prime volte, dopo dal film ‘Maria Zef’ che al fo trasmetût de Rai tal 1981, che la lenghe  furlane si presente e si mostre intune maniere cussì prestigjose ae grande platee taliane e si palese cuntun progjet artistic e culturâl che al à un profîl altissim.

‘I Turcs tal Friul’ al tornarà in onde su Rai 5, in repliche, miercus ai 28 di Otubar a 11.40 a buinore.