Plurilinguisim e educazion, ai 16 di Otubar si vierç la ultime fase dal progjet I.BI.S.

Franc_Fari

Un apontament di no pierdi par cui che al sta in Friûl, soredut des bandis Udin.
Vuê, ai 16 di Otubar, alì dal Palaç di Toppo Wassermann de Universitât dal Friûl, in borc di Glemone a Udin, si scree la ultime serie di incuintris che a fasin part dal progjet I.BI.S, Integrazione e Bilinguismo con Successo, metût adun de associazions dai polacs in Friûl, Polonik, cu la colaborazion di tancj di lôr – tra chescj e je ancje e ancje la associazion Lidrîs e Butui – e cul patrocini de ARLeF (Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane) e dal Comun di Udin.

A tacâ di 5 e mieze sot sere e sarà une lezion-conference di Franco Fabbro, professôr di neuropsichiatrie infantîl dal Ateneu furlan, che al fevelarà dal aprendiment des lenghis daûr dai siei studis tal cjamp des neurosiencis.

Il progjet I.BI.S. al cjape dentri ancjemò altris trê apontaments: doi incuintris ai 24 di Otubar e ai 7 di Novembar, a Udin alì de ondazione Collegio della Provvidenza, in vie Scrosoppi 2, e une conference finâl ai 14 di Novembar, ancjemò alì dal Palaç Di Toppo Wassermann.

La partecipazion a ducj i events di I.BI.S. e je libare e sore nuie.

Advertisements

I.BI.S., dai 7 di Març a Udin si resone su plurilinguisim e integrazion

multilingual

Cognossi dôs lenghis al è miôr che cognossi une sole e cognossi trê al è miôr ancjemò.
La ultime buine gnove in cont dal valôr e de impuartance dal pluralism linguistic e de educazion bi- e plurilengâl e je saltade fûr dome cualchi dì indaûr.

Cundut achel a son ancjemò in tancj di lôr che a àn chê brute malatie che cualchidun in rêt al à scomençât a clamâle «monalinguismo»  e che in Friûl e cjape sù ancje la conotazion di friulanofobie.

Par chel al merete segnalât il progjet I.BI.S., metût adun de associazions dai polacs in Friûl, Polonik, cu la colaborazion di tancj di lôr (e tra chescj e je ancje la nestre associazion).
La iniziative, che si disvilupe vie par dut il 2015, e ven screade sabide a i 7 di Març, cemût che si lei ancje achì.

IBISweb