Loris Vescovo al vinç la Targa Tenco, «alla faccia del dialetto e dei dialettanti»

LORIS

Al mancje pôc plui di un mês pe finâl des Targhe Tenco, il premi plui impuartant dal Stât talian in cont de cjançon di autôr, ma juste in zornade di vuê a son stâts dâts fûr in maniere uficiâl i nons dai vincidôrs.

Inte categorie dedicade aes produzions tai dialets talians e ta chês altris lenghis che si doprin dentri dal Stât talian il risultât al è stât chel che in tancj di nô si spietavin. E à vinçût la musiche furlane buine, biele, fuarte e cence confins, cul disc bileonon di Loris Vescovo, Penisolâti.
Il disc al rapresente ad in plen la sensibilitât di Loris e la sô capacitât di meti dongje folk, jazz, rock e world music e  tescj in stât di esprimi pinsîrs e sensazions cun snait, cun ironie e cun disincjant.
Al è pardabon un biel lavôr, cemût che si lei ancje achì .

Par doprâ un vecjo slogan di Persiana Jones, Penisolâti al è un disc di meti «nello stereo degli amici, alla faccia dei nemici», di scoltâ e di tornâ a scoltâ. E Loris Vescovo al è ancje un plasê viodilu e scoltâlu dal vîf. La sperance e je che in graciis de Targa Tenco si rivi a viodilu e a scoltâlu di plui ator e magari ancje a Turin.

Dongje de gjonde e de braùre par chest ricognossiment, in spiete de serade di Sanremo dai 6 di Dicembar, no podìn fâ di mancul di pandi un ciert disorientament in cont dal Premio Tenco o almancul di cui che al scrîf i comunicâts pe stampe. Isal pussibil che ancjemò tal 2014 e dopo agns che dentri tai finaliscj a son rivâts plui voltis artiscj furlans, sarts e ocitans, a sedin in stât di doprâ dome la definizion di «opere in dialetto»?

Loris Vescovo al è brâf ma stant che tal so disc a son tocs sei par talian che par furlan no si capìs ben dulà che al è il «dialetto». Forsit al è tal toc «Barcarolo», che al recupere une vecje cjançon popolâr veneziane.

Che al sedi clâr: no vin nuie cuintri dai dialets talians e no pensìn che i dialets talians a valin di mancul des lenghis, però il furlan al è une lenghe.
Par chest o sin contents pe Targa Tenco che e je stade vinçude di Loris Vescovo e o pensìn che – par tornâ a doprâ il sproc dai Persiana Jones menzonât cumò denant – e sedi stade vinçude ancje… «alla faccia del dialetto e dei dialettanti».

PS. Dopo des ultimis partidis dal Udin, mancul mâl che cu la musiche al è alc di furlan che al vinç!

penisolâti

Advertisements

One thought on “Loris Vescovo al vinç la Targa Tenco, «alla faccia del dialetto e dei dialettanti»

  1. «Che al sedi clâr: no vin nuie cuintri dai dialets talians e no pensìn che i dialets talians a valin di mancul des lenghis, però il furlan al è une lenghe.»

    O piemonteize, o sardo, o sicilian e o lombardo (tanto pe çitane quarchedunn-a) en ascì de lengoe, a-o manco comme o furlan…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s