San Salvario, 12.10.2013. Al torne “La mia lingua suona… IN TOUR”

CoverOccitaniaJPG

Sabide ai 12 di Otubar a Turin al torne a partî La mia lingua suona… IN TOUR.
L’apontament al è a 7 sore sere, inte suaze des manifestazions pe scree dal gnûf centri culturâl Lombroso 16, a Turin in zone San Salvario.

L’incuintri si clame propit La mia lingua suona… IN TOUR. The Lombroso Session e al vierç la gnove fase dal  cartelon che al cjape dentri une schirie di incuintris, promovûts de associazion Lidrîs e Butui, col jutori e cul patrocini de Provincie di Turin e cu la colaborazion di altris sogjets publics e privâts, là che al ven  presentât il libri Occitania, Friuli, Europa. La mia lingua suona il rock e si fevele ancje di altris argoments che a tocjin la creativitât tes lenghis minorizadis, la tutele dai dirits linguistics e la promozion de diversitât culturâl.

Dopo des presentazions fatis vie pe Vierte, inte suaze dal Salon dal libri di Turin, dentri dal Salone OFF e a Pinerolo, i incuintris a tornin  vie pe Sierade, a torzeon,  IN TOUR, a Turin e ator pe provincie.

Ve chi la presentazion dal apontament di doman:

 

LA MIA LINGUA SUONA…IN TOUR
Riparte da San Salvario il viaggio di Lidr
îs e Butui tra lingue e musiche
Il 12 ottobre alle 19 per l’inaugurazione di Lombroso16

Sabato 12 ottobre alle 19, nell’ambito degli eventi per l’inaugurazione del polo culturale Lombroso 16 (Via Lombroso 16, Torino, zona San Salvario), che prendono il via già alle 17, è in programma La mia lingua suona… IN TOUR. The Lombroso Session, incontro di presentazione del libro Occitania, Friuli, Europa. La mia lingua suona il rock di Marco Stolfo.

Si tratta di un appuntamento all’insegna dei contenuti della pubblicazione dedicata alla produzione musicale contemporanea nelle lingue minoritarie d’Europa: un viaggio virtuale tra storie, parole, suoni e visioni, condotto da Giorgio Olmoti, storico, scrittore e collaboratore di Radio Onde Furlane, che dialogherà con l’autore.

Occitania, Friuli, Europa. La mia lingua suona il rock, edito dall’associazione di friulani in Piemonte Lidrîs e Butui, con il contributo e il patrocinio della Provincia di Torino, è un libro realizzato con un approccio multidisciplinare, che comprende musica, storia, politica, società, letteratura e tutela delle minoranze. Descrive l’evoluzione della produzione musicale in occitano e in friulano negli ultimi decenni, illustra il contesto storico, geografico, culturale, linguistico e politico del Friuli e delle terre “d’Óc” e rende conto della relazione tra musica e lingua, questioni identitarie e sociali, rivendicazioni riguardanti diritti linguistici e autogoverno. A tal scopo mette a confronto la musica occitana e il Friuli che canta «par furlan» con altre realtà, dalla Sardegna al Paese Basco, dal Galles alla Grecìa Salentina, dalla Corsica alla Bretagna, dai Paesi Catalani ai Sami del circolo polare artico. Ciò avviene anche in base ad una serie di interviste con esponenti del panorama musicale occitano e friulano, come Sergio Berardo, Moussu Tatou, Lino Straulino, DJ Tubet gli Arbe Garbe, e con altri esperti e musicisti sardi, bretoni, baschi, catalani, ladini, sloveni, frisoni e albanesi, a partire da Alan Stivell e Fermin Muguruza, protagonisti della tavola rotonda virtuale che costituisce la terza sezione dell’opera.

Il tutto è accompagnato da un cd con una selezione della musica occitana e friulana più nuova e più forte: un viaggio musicale che parte dalle Valadas del Piemonte, rappresentate da Lou Dalfin, Gai Saber e Lou Seriol, attraversa l’Occitania Granda di Massilia Sound System, Nux Vomica, Mauresca Fracàs Dub, Goulamas’k, Gigi de Nissa e Mossou T e lei Jovents, e arriva in Friuli, con Mitili FLK, Inzirli, Madrac, DLH Posse, Dek Ill Ceesa, Bande Tzingare, Pantan, Arbe Garbe e Mig 29 over Disneyland.

L’incontro del 12 ottobre apre la seconda parte di “La mia lingua suona…IN TOUR”, ciclo di incontri pubblici, promossi dall’associazione Lidrîs e Butui con il contributo e il patrocinio della Provincia di Torino e la collaborazione operativa di altri soggetti come Biblioteche Civiche, Comuni e Associazioni culturali del territorio, dedicati alla stessa pubblicazione e ad altre tematiche connesse con la creatività nelle lingue minoritarie e con la tutela dei diritti linguistici e la promozione della diversità culturale.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s